Riflessologia Plantare - Metodo Fitzgerald

Le Origini

La Riflessologia Plantare, Metodo Fitzgerald, vede i suoi albori negli Stati Uniti nell'800, dove un medico dentista, il Dott. Fitzgerald, osservando le abilità delle squaw Yaqui nel calmare dolori nelle partorienti, decide di approfondire le capacità antidolorifiche della digitopressione in determinati punti del corpo umano.

Riscontrato un notevole successo che gli permette interventi limitando l'utilizzo dell'anestetico di allora (novocaina), ottiene una notevole visibilità anche nel vecchio continente.

Grazie quindi ai successivi apporti di medici europei, si determinò una mappa di collegamento del corpo umano per linee, e si ampliò la tecnica (inizialmente riservata a mani e braccia) ricorrendo all'applicazione di trattamenti ai piedi, riscontrandone piena efficacia sia in termini di diminuzione del dolore che di attivazione e recupero dei principali organi del corpo umano.

Un contributo determinante allo studio dell'efficacia della Riflessologia viene da un medico italiano, il Dott. Calligaris, che nei primi del '900 ne studia gli effetti sui reduci del primo conflitto mondiale, determinandone le principali regole ancora oggi riscontrabili in ogni trattamento.

Gli operatori del Nido dell'Anima applicano tali principi e metodi in ogni trattamento di Riflessologia Plantare.

La durata di un Trattamento può variare da un max di 50 min. per un trattamento completo (es: prima seduta) a min. 35 min. per una seduta specifica (es: un particolare apparato). Il costo per i soci è di 30 euro in entrambi i casi.

Ogni trattamento, completo o specifico, prevede una fase iniziale e finale di rilassamento, ed una fase centrale, prevalente, di stimolazione della totalità degli apparati e organi del corpo umano.


La tecnica che applichiamo non prevede in alcun modo l'emersione di dolore. In determinati punti e/o zone è possibile riscontrare sensazioni di fastidio, facilmente sopportabili, da considerarsi parte integrante del trattamento e della sua efficacia.

Il trattamento non prevede l'utilizzo di oli, per consentire all'operatore di applicare la tecnica su punti precisi senza scivolamenti involontari. E' possibile integrare con miscele di olii essenziali il massaggio rilassante finale. I trattamenti vanno distanziati di almeno una settimana, riscontrandone effetti sino ai 5 gg. successivi la seduta.


Tecniche Metamorfiche

Tecnica manuale di sfioramento di determinati punti del piede, testa e mani, con la quale viene stimolata l’energia creatrice che risiede dalla nascita in ciascuno di noi.