Cos'è Qi Gong - Corsi a Ferrara

Spiegare cos’è il Qi Gong può apparire semplice e difficile allo stesso tempo.

Semplice se ci affidiamo alle definizioni correnti tipo wikipedia: ‘Il termine Qì Gōng (IPA: /tɕ'i kuŋ/, 氣功T气功S) si riferisce a una serie di pratiche e di esercizi collegati alla medicina tradizionale cinese e in parte alle arti marziali che prevedono la meditazione, la concentrazione mentale, il controllo della respirazione e particolari movimenti di esercizio fisico. Il qi gong si pratica generalmente per il mantenimento della buona salute e del benessere sia fisici sia psicologici, tramite la cura e l'accrescimento della propria energia interna (il Qi).’

La difficoltà nasce nel comprendere davvero il significato delle affermazioni sopra esposte se non si è addetti ai lavori.

Proviamoci.

'Serie di Pratiche e di Esercizi': il qi gong si sviluppa attraverso singoli esercizi propedeutici ad apprendere le modalità con cui l’energia scorre all’interno del nostro corpo, che confluiscono poi in Pratiche, meglio conosciute come Forme, ovvero sequenze di posizioni codificate. Esistono forme antichissime (oltre 3.000 anni) e moderne, ciascuna con le sue peculiarità e modalità.

'Collegati alla Medicina Tradizionale Cinese': all’incirca nel 400 a.c. l’antico sciamanesimo cinese da cui il qi gong deriva, confluisce in una vera e propria medicina, ovvero strategia di sopravvivenza. Ancora oggi le forme e gli esercizi di qi gong vengono utilizzati in ospedali di tutto il mondo, in particolare cinesi, per agevolare la salute e la ripresa della persona. Nell’ambito della MTC al qi gong viene riservato il compito della prevenzione e del sostegno di particolari disarmonie.

'Arti Marziali': il qi gong è talmente radicato nelle arti marziali cinesi da non permetterne quasi la distinzione. Ogni arte marziale cinese utilizza il Qi, e per apprenderne le modalità con cui utilizzarlo studia il qi gong, a sostegno dell’arte marziale stessa.

'Meditazione, concentrazione, respirazione ed esercizio': il qi gong si sviluppa in modo statico e dinamico, curando particolarmente sia la respirazione sia la connessione energetica dei vari distretti articolari, attraverso movimenti lenti ed armoniosi. L’attenzione al movimento porta ad un tale livello di concentrazione che sfocia abitualmente nella meditazione.

'Cura e accrescimento della propria energia interna': basta questa affermazione per farti comprendere l’importanza di questa disciplina. Prendersi cura di sé e apprendere come gestire, aumentare, controllare, equilibrare la tua energia, mediante tecniche antiche e moderne, comprovate dall’esperienza di migliaia di persone.

 

 

Se desideri apprenderla iscriviti ai nostri corsi, sono talmente tanti gli appuntamenti settimanali che sicuramente troverai l’orario più consono alle tue esigenze clicca qui

Scrivi commento

Commenti: 0